3 novembre 2006

Ciuschiddo


Ecco qua Ciuschiddo. Ciuschiddo cade una domenica di ottobre, spezzandosi l'aletta. Cade in un giardino di Palermo, dove un cane color miele inizia ad adorarlo e inseguirlo (l'avvocato Scotty) e finalmente viene recuperato da Davide, essere umano caritatevole che se ne prende cura per qualche giorno. Purtroppo Ciuschiddo non ha superato i 3 giorni di ricovero, e questo post vuole dargli degna memoria, per un esserino morbidissimo, impalpabile, pacifico nei modi, ma vispo quando voleva....questo piumino ci ha fatto affezionare tutti in meno di 24h e tutti speravamo di poterlo vedere volare di nuovo. Davide si sarebbe improvvisato "mamma pettirosso" e lui forse sarebbe tornato a trovarci di tanto in tanto (o magari avrebbe mandato i figli nella "scuola di volo Davide"). Così non è stato, ma comunque dobbiamo a Ciuschiddo un enorme grazie, per averci ricordato cos'è la tenerezza e l'essere totalmente indifesi. Magari ora è in un cielo tutto suo, con il suo Dio, magari vola accanto Angelo D'Arrigo. Chissà. Storie d'aria.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ehi Mari, ho parlato con Ciuschiddo. Mi ha detto che ha scritto un post sul suo blog (ciuschiddo.birdspot.fly). Ha scritto che ha conosciuto un tipo gentile, che si chiama Davide, che l'ha raccolto dopo che era caduto rompendosi un'ala. Mi ha detto di essersi affezionato in meno di 12 ore, ma che purtroppo è dovuto andare via senza poter avvisare per impegni improrogabili. Ha anche conosciuto una giovane donna di nome Mari, che l'ha accolto, cullato, sentito. Mi ha detto di esserle grato, perché gli ha ricordato cos'è la dolcezza.