2 gennaio 2014

L'arcobaleno di notte.

Grazie a questo buio 
nella camera oscura
le immagini si imprimono,
diventano memoria.
Questo buio che ti fa paura
che mi fa paura
che giudichiamo...
Fino a farci buio,
fino a vederci neri.
Se solo potessimo accoglierlo,
proteggerlo.
Se una spada squarciasse il velo,
allora sarebbe come ansimare
dopo un brutto incubo,
mi stringeresti dicendo
che anche tu credi nel mio cuore.
Avremmo imparato la giusta distanza
tra due mondi.
In quell'abbraccio
sarebbe ancora arcobaleno
persino di notte.



6 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Foto molto particolare. Non mi è mai capitato di farne una cosi. Ciao
Maurizio

onda ha detto...

Torno e ti trovo come sempre incantevole, semplicemente incantevole...un abbraccio

onda ha detto...

La giusta distanza... È una vita che ne sono alla ricerrca... A volte si sta troppo vicini, emotivamente vicini, così vicini che quasi ci si scotta pelle contro pelle... Altre volte ci si gela in una distanza di sicurezza a volte solo illusoria, ma necessaria... La giusta distanza la si riesce a raggiungere secondo me solo con alcune persone e di solito ci si riesce con le persone con le quali si sta meglio...
Bello tornare e leggere di nuovo i tuoi post, trecce... Un bacio

TrecceNere ha detto...

Ciao Onda, grazie mille. Mi piace il tuo nome, andare e tornare, fluire come l'acqua. Se fosse anche questa una giusta distanza?

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=GSl3fN5VAB4

TrecceNere ha detto...

This video is private, I can't see it !