11 giugno 2007

Oh capitano, mio capitano

Siamo in serie B. Guardo uno dei tanti giocatori, di molti ancora non conosco il nome, ma questo qui si nota subito, dai capelli e da quel 5 grande grande dietro la maglia. Non lo guardo per questo comunque. Lo guardo perchè fa un gesto mentre è senza palla...lui è a centrocampo, e fa questo gesto a un certo punto. Apre le braccia. E tutti gli altri sembrano "avere una posizione" in campo finalmente, non so come dire, tutto a quel punto sembra ordinato, la squadra si muove, sale, ha un regista. Gli arriva la palla.
"Chi è quello?" chiedo a Davide.
"quale?"
"Là il numero 5."
"Quello è Corini. Quello è il capitano."

La cosa che più mi resta nel cuore del capitano sono le sue braccia. Quelle che apre quando vuole palla, quelle che alza per salutare la curva o dalla bandierina per chiedere un incitamento, quelle al collo di Agliardi quando pareggiò quell'autogol del portiere, quelle braccia attorno alla vita di chi ha segnato chiunque egli sia, e quelle che hanno alzato sotto la curva suo figlio con indosso la maglia rosanero e il 5 grande grande dietro.
Forse ce ne saranno altri, ma non so se saranno "capitani". Un abbraccio Genio.


La foto non è mia, l'ho presa da questo sito

Ecco invece il video dell'addio di Eugenio QUI

E qui un video realizzato da Giovanni, un tifoso rosanero.

Nessun commento: