7 novembre 2015

Il direttore di SDN (Social Documentary Network) Glenn Ruga oggi annuncia in newsletter che sono la fotografa del mese di Novembre. Nella presentazione tocca un tema interessante, quello dei giornali che utilizzano la tecnologia virtuale.
Il New York Times oggi consegna una cardboard VR goggles con la versione stampata del Sunday: in pratica un occhiale di cartone, dove collocare uno smarthpone e vedere le immagini del giornale scorrere in una sorta di stereoscopio. Quali ripercussioni per il giornalismo?
Jake Silverstein, Editor-in-Chief del New York Times Magazine, afferma in un articolo che la tecnologia VR richiede "che si chieda a un soggetto di ripetere un azione, o aspettare finche' il filmmaker abbia completato il suo compito". Siamo dunque ben lontani dal concetto di "non interferire con la situazione" tipica del giornalismo e richiesta come prerogatica necessaria per esempio nella competizione del World Press Photo.
Ponendosi in una posizione di chi crede nel potere delle immagini non manipolate e ferme (dunque nella Fotografia) SDN presenta il mio lavoro come un testamento anti-tecnologico, una ricerca quella di Alice project per porre rimedio ai tanti problemi di attenzione, apprendimento, comportamento, purtroppo anche stimolati dalle tecnologie moderne.
E in effetti sono convinta che il "giochino" del virtuale non debba sostituire il contatto con la realta' cosi' com'e'. Concentrasi sul confezionamento dell'immagine trasforma in fiction/cinema le situazioni reali.
Un grazie a Glenn Ruga per la sua lettura profonda.


...especially proud to present the work of Maria Cardamone as this month's featured photographer for "Alice Project: The wonderland at school." This documentary is a testament to anti-technology. With her extraordinarily beautiful images, Cardamone brings us into an Alice Project school in India where spiritual teachings, yoga, meditation, and ayuverdic massage are used to heal the stress and attention disorders caused by modern technology. In Alice Project schools, discipline problems, hyperactivity, attention disorders, and learning disabilities are practically non-existent. 
Glenn Ruga 



3 commenti:

Tra cenere e terra ha detto...

Auguri di cuore Maria. Sono davvero contento per te, del lavoro che fai. Della missione che porti avanti con gioia, impegno e determinazione. Vai avanti così, ci sono ancora tante storie da raccontare...

UIFPW08 ha detto...

I miei complimenti Maria. Sano davvero contento!
Il mio abberaccio forte
Maurizio

TrecceNere ha detto...

Grazie davvero. Si ci sono tante cose ancora da fare :)