2 settembre 2013

Il Mondo

London 2012

Crystal Palace Park, Londra, 2012.
Se ne stava li, immobile ma come piena di vita, di presenza. Come se a un tratto potesse alzarsi e scattare, correre in mezzo al verde. E invece era ferma, incapace di scegliere dove andare. Senza testa, senza occhi. Aspettava forse, li' seduta, che - come successe a Kafka - a poco a poco tutto il mondo le si srotolasse attorno. Colorato, multiforme, impermanente. Lei invece rimaneva, come una Atena che avesse rinunciato alla Ragione, e dunque di combattere. Con la lancia si era tagliata la testa, saettandola altrove. Poi si era seduta in mezzo al verde, li' dove volle ristoro, dicendo:  
Qui mi piace regnare.
E poiche' qualcuno non fosse distratto nel cercare occhi incavati nella pietra, lasciava che la sfericita' della sua testa stesse sotto ai suoi piedi.
Lei era il Mondo, cosi' evidente, e percio' cosi' segreto.

1 commento:

lele ha detto...

calorosa.