8 agosto 2012

E facciamo a pugni col narcisismo. Il nostro, degli altri.
Ci innamoriamo male, part time, di un'opinione. Persino della nostra opinione su un altro.
Quasi mai ci innamoriamo dell'altro.
Giudichiamo, senza accorgerci che ogni volta è un boomerang.
Aspettiamo.
Come se la vita si aspettasse.
Fingiamo di aver dimenticato, quando invece pesiamo ancora tutto col vecchio campione.

Ascoltiamo sempre le stesse canzoni che ci mettono il sale nelle ferite.
Quelle per ricordarci che, se fa male, siamo ancora vivi.
Animali in gabbia, assuefatti alla droga della "propria storia".
Ripassiamo gli alibi da ripetere a chi ci chiede chi siamo.
Incapaci di fare quell'unico gesto, di buttare la spazzatura del passato, dei rancori, e vivere il momento.
Incapaci di una svolta. Di un lancio senza paracadute.
Assuefatti al domani, all'ansia per ciò che non esiste.... ai DOVREI, senza mai agire.
Schiavi del risultato. Servi dell'insuccesso, della paura di morire che ci lega a ogni passo.

E peggio ancora, ci amiamo così poco, da leggere tutto questo come se fosse biasimo.

Eppure...come il senso di una frase cambia spostando una virgola,
così si può spostare il pensiero, e tutto cambia.

E' solo uno specchio, e un sogno.
Sveglia, la giornata è iniziata.


8 commenti:

Nicola ha detto...

Pensavo le stesse cose ieri sera... ero più prosaico, ma le pensavo :D

onda ha detto...

bellissime parole, le tue. i pensieri purtroppo non è sempre facile cambiarli, ma è vero che quando ci si riesce tutto cambia: lo sguardo, l'atteggiamento... la difficoltà sta nel saper vivere diversamente determinate emozioni e nel saperle soprattutto accettare, quando fanno male ma sono nello stesso tempo necessarie e utili...
un vero casino...
ti abbraccio forte!

Anonimo ha detto...

le tue parole sono + forti dei tuoi intenti?

TrecceNere ha detto...

Nicola ma perchè non scrivi più? Mi manca lo zibaldone.

Onda il tuo commento mi rammenta "Intelligenza Emotiva" di Goleman, lo conosci? ricambio l'abbraccio!

TrecceNere ha detto...

x Anonimo: non credo di capire a fondo cosa intendi, e perchè vuoi fare questo confronto.

L'intento lo seguo ogni giorno, le parole escono fuori ogni tanto.

Sunshine ha detto...

un altro stupendo post qui trovo...io sono la regina dell'innamorarsi part-time delle opinioni, poi mi stanco, poi mi scordo, poi cambio, fluttuo, scorro...un giorno dico una cosa, domani l'opposto, c'è chi ride (Pol, il mio amato, ed è per questo che capisco che staremo assieme per sempre) c'è chi è confuso, chi si arrabbia..

bella anche la storia degli alibi, ma forse non sono del tutto d'accordo , credendo che , in fondo , si può essere onesti solo con uno sconosciuto o con chi realmente ci ama...

TrecceNere ha detto...

Sei mutevole perchè il mondo è mutevole...tanto ci sono verità più importanti delle opinioni mutevoli! :-P
Se il tuo amato ride è davvero un buon segno :)
Con gli sconosciuti e con chi ci ama è più semplice essere se stessi.

Nicola ha detto...

perchè sono pigro; è la cosa che, in fondo, mi ha fregato da sempre. Poco tempo, poca voglia, tante idee, ogni tanto una fiammata: tanto tempo buttato a fare analisi preliminari e poi non parto mai...