22 aprile 2010

Paesaggi Evocati

La fotografia è solo il mezzo. Certo ci sono delle prove che lo rendono geneticamente più mio. Sarà perchè amo l'odore di pelle, ferro e storia che fa una vecchia macchina fotografica, il rumore dei tempi lenti di scatto di una reflex, la pellicola fra le mani ancora da agganciare e la pellicola invece già stesa con la molletta ad asciugare. E mi piace tutta la fotografia, di paesaggio, reportage, ritratto di posa, pubblicitaria, artistica. Mi piace che il suo nome sia Verità, ma sia anche una gran bugiarda. E allora ecco: materiale grezzo, ricerca, sviluppo, esposizione. La vita un insieme di cambiamenti continui, e di attimi fermi, rivelatori. Un insieme di Click.
Cosa cerco, cosa creo, cosa restituisco al mondo...voglio che si veda quella bellezza che non è solo estetica, che può nascere anche da una brutta forma, perchè mai si è arresa.
Così anche da un momento buio, l'istinto è più forte e faccio il mio
lavoro. Trasmutazione.
Ed è sempre un pensiero, un'emozione, una sensazione che si fanno uno. Un click. E questo forse vale per tutto.
Se oggi mi chiedessero
che fai?, direi
l' alchimista..


L'inverno...

hiver

il vento

vent

il deserto


désert

l'abisso.

tourbillon d'eau

Paesaggi evocati. Con oggetti, luci, stratagemmi. Possono sembrare dipinti, o fatti al computer. Ma sono semplicemente delle fotografie.

16 aprile 2010

Il peso della bellezza.



Ho sentito spesso dire "La bellezza salverà il mondo". Spesso si usano le citazioni, e non ci si accorge che una frase, per quanto possa essere autorevole chi l'ha pronunciata (un essere umano), possa nascondere un limite. In questa frase, per come viene usata, sembra che la bellezza sia qualcosa di esterno a noi, una realtà altra, che chissà per quale motivo dovrebbe salvare il mondo (brutto), e tra l'altro si usa il verbo al futuro...salverà...a un dato momento, per accumulazione, ci salverà? e quando? Se serviva la prescrizione medico-divina c'è già stata mi pare. Una frase che rimanda tutto al di fuori, fuori di noi, fuori dal tempo presente...incosciamente ci invita ad aspettare, caso mai a sperare, piuttosto che a FARE.
Ma si salva solo ciò che vuole salvarsi da sè, qui e ora. La bellezza è salva da sola per esempio. Forse il mondo dovrebbe solo rendersi conto di essere bello.
Per quanto gli uomini dicano "voglio salvarmi, voglio la bellezza" in realtà ne hanno una paura feroce, paura di non saperla reggere. Perchè dove c'è luce si proiettano le proprie ombre, e guardarle in faccia, in fondo anche abbattere con umiltà gli ostacoli che le proiettano, non è facile, bisogna avere forza. Alle ombre ci si è abituati e per viverci dentro non si deve avere coraggio, nè cambiare. Son fatto/a così e basta! E' roba da pavidi. Nell'ombra si chiudono ancora una volta gli occhi, la consapevolezza vera fa un passo indietro. Incapaci di reggerne il peso, incapaci di scoprirsi leggeri e sinceri, solo a volerlo e perseguirlo. Incapaci di vivere per ciò che siamo. Leggeri come una busta. Felici. Una vita dietro a ogni cosa. Se avete preso le armi, chiedetevi cosa state combattendo, cosa state difendendo, se è quel tipo di guerra che vi fa onore. Cosa state dando al mondo. Se è mai possibile, che mentre vi sentite brutti, la bellezza possa venire sul cavallo bianco a trarvi in salvo. Se non rischiereste di ferirla piuttosto, roteando la spada alla cieca. Se riconosciamo una bellezza, una volta sola, non possiamo svegliarci solo per un attimo, per poi dormire il resto della nostra vita. E' da stolti. Anche Hitler era capace di amare un pezzo di musica classica, perchè l'animo umano è fatto per cogliere la bellezza, ma riconoscerla per davvero in sè e regalarla al mondo, metterla in circolo, è una sfida da veri guerrieri.
Mi viene in mente un film, in cui 2 frasi valgono 2 ore di pellicola. Mi spiace di non poterle isolare, si trovano in questi due video.

Nei primi secondi:


dal minuto 3:20


Cercare il fiore perfetto.
Una ricerca in fondo già finita.
Sono tutti perfetti.
Era così semplice.
Siamo tutti fiori, e buste, e uomini.
Capirlo in tempo, sarebbe una cosa bella.