31 maggio 2009

Fly me to the moon

Un momento speciale. Circa un anno fa.

20 maggio 2009

Relatività


La vita, la fede, le scelte, gli ideali...tutto è questione di prospettive, tutto è relativo. Credo nella dignità del dio Taiwan, come di tutti gli altri, e credo nel dialogo, anche con i peluche :)

17 maggio 2009

Sbadiglio felino

sbadiglio felino

La mia Micha al risveglio.

15 maggio 2009

Le vent


"Il Vento"

Se casomai
tu incontrerai
il Vento, sta'
sul chivalà
sennò la gonna ti alzerà.
Se casomai
t'imbatterai
nel Vento, sta'
sul chivalà
sennò il cappello ti ruberà!

Gli irascibili e i beghini
lo detestano perchè
gli svaligia la terrazza
e gli spiegazza i panni.
Certo, il vento fa gran danni,
ma è pur vero che tra voi,
gente ipocrita e per bene
il giustiziere è lui!

Se casomai
tu incontrerai
il Vento, sta'
sul chivalà
sennò la gonna ti alzerà.
Se casomai
t'imbatterai
nel Vento, sta'
sul chivalà
sennò il cappello ti ruberà!

Tutti credono che il vento
abbia solo a cuore di
rompere le balle a tutti,
senza distinzione!
Ma facendo più attenzione
ci accorgiamo che in realtà
son i palloni gonfiati
a odiarlo un po' di più!

Se casomai
tu incontrerai
il Vento, sta'
sul chivalà
sennò la gonna ti alzerà.
Se casomai
t'imbatterai
nel Vento, sta'
sul chivalà
sennò il cappello ti ruberà!

12 maggio 2009

O.o


Alla mia attività onirica, specie a quella ricorrente,
alla febbre alta da bambini
ai sensi amplificati
alla pazzia
alle dita delle mani che fanno ombre sulle pareti
alla memoria sfocata
alla luce sul cuscino
alla meraviglia delle cose piccole nelle grandi
al peso e alla leggerezza
alla dimenticanza.

4 maggio 2009

mare,i =femm,sing.

Finalmente. Prendere aria, sentire l'odore dal mare che frizza nel naso, scende nei polmoni, ti avvolge di freschezza.
Il mare sa di casa. Calma danza, ritmo dolce. Un piatto cucinato in famiglia.
Finalmente mi scrollo di dosso un po' di chiasso. Tutto si concentra nel mirino della macchina fotografica. Silenzio ovunque. Silenzio dentro.
Tutto ciò che si muove mi dà fastidio. Solo il movimento del mare non ferisce.
E' una culla di colori. Uno specchio deformante.
Il sole scende, fa fare le ombre. Corde appese, abbandonate.
Respiro. Mi sembra quasi che non respiravo da secoli. Mi abbasso, scatto. Non ho pretese.
Respiro davvero, ora. Respiro il mare che sa di freschezza.
Non ho pretese.
Troppi pesi inutili, molti che non ho scelto io. Mi sembra che Bob Marley possa insegnarmi la leggerezza... che ci sia una qualche filosofia da qualche parte che non bisognerebbe mai perdere di vista, quando tutto attorno ti grava di preoccupazioni, di aspirazioni, di pretese. Io non sono una persona seria. Per me le domande importanti sono ancora quelle che non ti danno il pane.

2 maggio 2009

Il piccolo principe

Ho aspettato di essere grande per leggere questo libro. Il caso me l'ha messo davanti quando avevo bisogno di leggere qualcosa di importante, qualcosa da bambini. Dentro a "Il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry ci si ritrova da grandi a guardare come si era da piccoli... se si ha avuto la fortuna di essere grandi ...quando si era piccoli. Un po' ti fa venire il coraggio di esserlo ancora. Grandi e piccoli.
Ci sono così tante cose che vorrei commentare. Sul senso della vita, sui legami, sulla filosofia, sulla conoscenza, su tutto ciò che è serio...
Lascio solo il mio consiglio a chi ancora non l'ha letto.
A me ha lasciato l'impressione di essere ancora troppo giovane.


Viandante sul mare di nebbia, 1815, F.C. David