17 dicembre 2009

Sviluppo

Prima esperienza di camera oscura per me e il mio collega Antonino. Conservo nel baule dei bei momenti il mio primo rullino sviluppato (apx 100), in assenza di acqua calda, a una temperatura indecente. Sviluppare un proprio negativo è quasi come veder venire alla luce un proprio figlio. L'impressione è che ci sia un intero fantastico mondo da scoprire, infinite variabili da considerare. Come inizio non c'è male. Abbiamo lavorato dalle 10 alle 17 senza neanche rendercene conto, tra misurini e puzza d'acidi (a me l'imbibente piace). Tra poco arriverà la stampa.

Nessun commento: