30 aprile 2008

Sono l’ombra che farai

Oggi ascoltando la radio in macchina è capitata la canzone "Sognami" di Biagio Antonacci...mi sono accorta di una frase molo bella alla fine. Ora, magari non sembrerà chissà che, ma l'ho trovata...un bel pensiero, ecco.





Sono l’ombra che farai
Sognami da li……….

29 aprile 2008

L'Arctic Sunrise: la nave di Greenpeace fa tappa a Palermo

La rompighiaccio di Greenpeace si è fermata qualche giorno a Palermo, permettendo delle visite guidate. A riguardo ho scritto un articolo. Qui invece in breve le foto:


Attualmente la campagna che Greenpeace sta seguendo è a difesa del Mediterraneo che ospita una ricca biodiversità minacciata però dall’inquinamento e dallo sfruttamento eccessivo delle risorse: innanzitutto dalla pesca illegale.




Nella plancia di comando:





Delicatissima bussola che presenta un sistema pneumatico che le permette di rimanere dritta anche quando la nave è inclinata:

Uno dei famosi gommoni di Greenpeace:



Bracci meccanici sistemati sul ponte che permettono di calare direttamente i gommoni in acqua mentre la nave sta camminando a velocità elevata: bastano circa 4 minuti, permettendo così un’azione fulminea:





Equipaggiamento:



E infine, si naviga anche per tre mesi di fila senza toccare terra... Come si dice a Napoli:
ha da passà a nuttata...

Ultimamente Greenpeace è stata inserita nella lista delle Onlus che possono ricevere il 5x1000: il suo codice fiscale è 97046630584

27 aprile 2008

backstage....diciamo così :)

Girando tra le stradine di Erice e guardando un bell'arco, sento di dover prendere quella strada e girare a sinistra... Almeno trovo una scena insolita da catturare.



Nella foto scattata da Davide: il gatto più pacifico del mondo.
Ci penso seriamente!

26 aprile 2008

Erice e "la nuvola"

Erice. C'ero stata da bambina, così tanto piccola da non ricordarmi nulla o quasi. L'unica cosa che ricordavo di lì era un bambino che faceva gli scherzi ai turisti-passanti: nascosto in casa faceva passare un filo di nylon attraverso il cancello, il filo era legato a 10.000 lire che andavano a finire in mezzo alla strada...manco a dirlo, a ogni passante che si raccoglieva a prenderle dava uno strattone e le 10.000 lire saltellavano via :)
Deve essere una cittadina dov'è difficile divertirsi a meno che non hai un po' d'inventiva: è quello che ho pensato anche ieri in gita. Ma c'è tutto il tempo (e il silenzio) che vuoi per pensare. Ho anche pensato di poterci vivere, almeno un mese...il tempo per voler ritornare irrequieta.
L'arrivo ad Erice è stata per me una meraviglia. Deve essere come per chi vede la prima volta il mare... o quasi. Se c'è qualche milanese che legge sarà senz'altro stupito. Per me la prima visione è stata la nebbia. Salendo i tornanti ci siamo ritrovati dentro "la nuvola" (così mi piace chiamarla) ed è stato splendido...non ho neanche sofferto di claustrofobia, mi veniva voglia di incitarla a prendersi tutto, ogni strada, ogni casa, mangia nuvola mangia.... La volevo nelle mie foto delle stradine medioevali, a dare atmosfere in quei posti dove non accadeva assolutamente niente d'interessante. Tutto fermo.
E' stato bello perdersi, e ritornare sempre nello stesso punto...affacciarsi dal castello sapendo che c'è lo strapiombo ma vedere solo bianco, un passo dal nulla.
Ho dato sfogo alla mia sete di girare con la macchina fotografica, e forse ho contagiato qualcuno, che ancora scatta con la videocamera ma ha già voglia di una macchina fotografica... e di fare a gara con me sulle inquadrature :D
Devo dire che Davide sta imparando tanto, solo osservando. Il ragazzo si applica. A lui devo 2 dei pochi ritratti che ho in questi miei 23 anni :)

P.S: Le mie foto sono su pellicola e non ve le posso mostrare.

22 aprile 2008

Film View

film girl
Mi verrebbe da scrivere qualche frase ad effetto. Tipo:
Da quando vedo tutto in negativo non mi impressiono più di niente
o ancora:
Ho superato l'età dello sviluppo
cose così.
Devo migliorarla, si puo' fare di meglio.
Compiti per casa:
1) abbassare la pellicola di più sugli occhi
2) curare i capelli e le luci
3) usare una modella, che è molto più facile fare i punti di cui sopra

4) sviluppare (ancora???) quell'idea un po' idiota...

21 aprile 2008

Song of Childhood di Peter Handke



Quando il bambino era bambino,
camminava con le braccia ciondoloni,
voleva che il ruscello fosse un fiume,
il fiume un torrente,
e questa pozzanghera fosse il mare.


Quando il bambino era bambino,
non sapeva di essere bambino,
tutto per lui aveva vita
e tutte le vite erano una cosa sola.


Quando il bambino era bambino,
non aveva opinioni su nulla,
non aveva abitudini,
sedeva spesso con le gambe incrociate,
si metteva a correre,
aveva una vertigine nei capelli
e non faceva le smorfie quando veniva fotografato.



15 aprile 2008

Mirò sull'amaca...l'insostenibile leggerezza...del gattino

mirò sull'amaca...l'insostenibile leggerezza del gattino

Ho appena scattato questa foto. Più la guardo più mi sembra di potermi percepire così, appesa nell'universo :)
Chi tiene i fili.
© Tutte le foto sono coperte da Copyright. E' vietata ogni riproduzione.

8 aprile 2008

Intervista a TrecceNere

Qualche giorno fa un fotoamico (come li chiamo io nella tag board :D ), Libero Api, mi ha invitato a partecipare a un'iniziativa nel suo blog: Fotografi nel web. Si tratta di una serie di interviste rivolte a vari fotografi o fotoamatori che utilizzano internet, blog, forum, flickr, per comunicare, imparare e farsi conoscere.
Per cui ecco QUI la mia intervista.
Non credo ne rilascerò altre, per cui godetevela :D