18 giugno 2008

Modi di dire

Moriro' circondata di bella gente, avendo tutto quel che mi serve, e mentalmente lucida.

questo e' un buon modo di dire :)

5 commenti:

Emiliano ha detto...

Anche se non ti conosco ti faccio i più vivi complimenti per il tuo blog e per le foto che ci hai messo...sono bellissime e piene di signifcato! Anche a me personalmente scivere sul mio blog mi aiuta e mi fà sfogare quando non posso dire niente a nessuno...ciao ti saluto(se ti capita puoi venire a vedere il mio blog http/cobratovalieri.blogspot.com)...scusa il disturbo, grazie per l'attenzione

Sara ha detto...

sì perchè tanto il senso, quello profondo, agli altri sfugge e la linea sottile in cui smettiamo di giocare e iniziamo e vivere ed a donare resta invisibile. Così calpestata l'essenza ci si ritirà all'ombra della solitudine.I pazzi dicono cose vere.I pazzi vivono le emanazioni del mondo e quelle umane. Tutti gli altri si perdono solo in uno sterile o poco umano esercizio di stile. "Non si accettano caramelle dagli sconosciuti"

alabriola ha detto...

Taciturna. Qualcuno potrebbe dire timida... ma i tuoi silenzi non sono figli della sola timidezza. Quando taci è perchè mediti, osservi, elabori... a volte ho l'impressione che non ti sfugga nulla, che niente sia troppo umile o routinario da non meritare la tua attenzione. Affilata. Nel ragionamento, nel discernimento, nei giudizi raffinati e precisi... sempre di altissimo livello. Elegante. Non solo nei modi, nella prassi... ma anche nei modi di comunicare, come se l'eleganza (e forse è così) fosse l'unico modo di rendere pienamente, nell'interezza delle sue sfaccettature, le verità, grandi o piccole che siano, cui sei giunta. Il resto non ti identifica, è un accidente. Sola. Forse... ma mi sembra una contingenza, di certo non uno stato dell'essere (del tuo essere, intendo :p) Povera. é la cosa che mi persuade meno: forse perchè mi sono fatto l'idea che saresti capace di sentirti la donna più ricca del mondo anche solo con qualcosa di bello da fotografare e qualcuno con cui dividere una birra ghiacciata in una torrida notte d'estare :p Pazza. Mi sarebbe fin troppo facile risponderti che pazza e donna nella stessa frase suona addirittura pleonastico... mi limiterò a dirti che un pizzico di visione immaginifica dona il senso della prospettiva... e magari un pizzico di autismo, paradossalmente, dona un'elegante immediatezza comunicativa. Ma in fondo... quanto ti conosco io?Baci grandi Funceria.

wasted land ha detto...

nell'istantaneità, la folgore del proprio essere, la libertà dalle proprie prigioni. Hai volato, anche se per un solo istante, sugli oceani. Vivi la tua tempesta. Un pensiero da chi ha perso le proprie ali.

Progetto Cicero ha detto...

Sono l’ideatore di una community che raccoglie circa 500 artisti e si chiama Progetto Cicero (http://progettocicero.ning.com).

Stiamo tentando un esperimento di comunicazione on-line basato sulla creazione di comunità piccole ma dotate di una forte coesione tra i membri che viene ottenuta sia con regole di comportamento (nominalità, tolleranza, proattività ed educazione) sia con la condivisione di discussioni e ragionamenti.
Allo scopo di alimentare la discussione tra di noi e trarre ispirazione dalla stessa, abbiamo dato il via ad un’attività che si chiama “Quindi-Ci” (http://progettocicero.ning.com/group/quindici).

In soldoni, ogni 15 giorni ci diamo un tema e lo trattiamo con diversi linguaggi.
In una sorta di gioco/concorso, passata la quindicina, scegliamo l’intervento più interessante.

Il tema attuale è " caramelle dagli sconosciuti: paura dell'ignoto ed esigenza di guardare oltre il buio".

Ti scrivo in quanto ho trovato il tuo blog ed ho pensato di invitarti ad alimentare con essa la nostra discussione nella convinzione che, quello che per te sarebbe un secondo di taglia ed incolla, per noi potrebbe essere la fonte di spunti interessanti e la possibilità di aggiungere nuove menti brillanti al nostro gruppo.
Tu potresti pubblicizzare il tuoi scritti e trovare persone interessanti con cui discutere.
Spero che considererai il mio messaggio come il complimento che esso è.

Una cosa importante: ognuno di noi ha i suoi siti, il suo blog, i suoi spazi e non li abbandona.
Il Progetto è un luogo dove discutere o presentare questi tuoi lavori (oppure semplicemente le tue idee) e non per fa alcuna concorrenza a blog siti e comunità che già li contengono.

Un saluto
Guido Mastrobuono
(Direttore del Progetto Cicero)

PS.

Coerentemente con i nostri obiettivi, per l’accesso alla comunità, richiediamo una registrazione nel sito all’indirizzo http://progettocicero.ning.com/?xgi=db6QQdU , per la quale sono richiesti i seguenti dati: Nome, Cognome, Età, Residenza ed una foto del viso.