20 marzo 2008

...@...

Oggi non ho assolutamente niente da dire. Ieri ho scritto tutto un racconto. E' incredibile. Mi bastava un giorno andato a male, per trovare il coraggio di farlo. C'era una bella luce fuori, odore di caldo, la prima ape della stagione entrata dalla finestra a farmi zzz. Ho finito di notte.
Ho paura di trovare il barattolo vuoto, prima o poi. E non sono mai stata una che rubava la marmellata.
Quante cose si sono rotte, quante scope le hanno portato via.
Trovo un ordine nello spazio, faccio posto nel silenzio, passo un dito nella polvere.
Giro giro tondo...
ma resto qui.
M.

3 commenti:

Luigi ha detto...

Quando avevo la tua età, le più belle poesie le scrivevo quando ero triste. Ora, non ho più voglia di scrivere. Mi sento felice, appagato, anche quando non c'è nessun motivo per esserlo, quando tutto va "a rotoli". Spera di non scrivere mai poesie, secondo il mio punto di vista. Un altro consiglio: non pubblicarle. Hai presente Loredana Bertè? Un giorno potresti sentire un tuo testo a Sanremo, con il nome di un altro in sovrimpressione. ;-)

Taverna del Pavone ha detto...

belle belle foto!

Anonimo ha detto...

che bella la sensazione di pieno che provi quando finisci un racconto non lascia spazio per altre parole... Goditi il calore del sole e il silenzio pacchione di significati!!! E fammi leggere il racconto che ne ho davvero voglia!
chiara