14 gennaio 2008

Un po' di mondello in bianco e nero

Visione all'alba. Barca di pescatori che avanza dalla destra, in alto sulla battigia cavallo nero che corre dalla sinistra:

Pesce nelle cassette. Mi avvicino e un uomo lo scopre per farmelo fotografare.



Passaggi di cemento e di acqua. Una bicicletta arruginita legata ad altro ferro.



Cancello che apre a una serie di pedane provvisorie sul mare. Camminandoci sopra si perde il senso dell'equilibrio, perchè ondeggiano sull'acqua. Felicità quando mi hanno gentilmente aperto il cancello :)




Piccola rimessa sul pontile. Una boa, roba sparsa.


Una corda lasciata lì. Ormai mi rannicchio sui legni, stare all'impiedi e inquadrare mentre la pedana oscilla inizia a diventare pericoloso.



Le scansioni dai negativi sono quelle che sono a causa dello scanner...ho fatto quel che potevo, ma le foto restano comunque poco godibili...

Un pescatore. Mi guarda torvo. Gli chiedo il permesso di scattare. Allora sorride.


La mia "vittima" designata: simpatico pescatore mattutino con canna ed esche varie. Pioviggina e i pesci non abboccano. Si fa dare dagli amici un po' di mollica (come esca).








Ridiamo insieme: ha preso 2 pesciolini minuscoli che ora ributterà in mare. Ho preso il sorriso ma purtroppo la sua mano ha coperto il pesce proprio durante lo scatto :(






Mondello di sera. Oltre alle solite bancarelle, ogni tanto d'estate anche un artista di strada...










2 commenti:

Davo ha detto...

sono davvero belle!!
non le avevo viste tutte!!
bel lavoro!!!
...in ricordo delle Poste!!

Anonimo ha detto...

Ottima la ricostruzione storica del 29 settembre, anche se in relazione al 1999 mi aspettavo di trovare qualche riferimento all'ultima serenata di strada che il genere umano ricordi.